La Settima Soglia

Messaggi dal cielo

Messaggio del 2.10.2015 di Ra Hoor Kuith

2 ottobre 2015

 

Care anime,

esiste un principio di corrispondenze tra alto e basso che conoscete molto bene, basato sulla legge dell’Uno.
Le Stelle, nello splendido cielo notturno che amate contemplare, hanno una precisa corrispondenza nel microcosmo. Esse sono una centrale di luce e calore, che diffonde nello spazio informazione in diverse frequenze. Potete immaginarle come neuroni di una mente divina, che trasmettono un’accordatura cosmica a un ordine superiore di natura sintropica.
Il termine sintropia significa: “tendenza alla convergenza”, e presuppone l’esistenza di una retrocausalità formativa che peraltro è stata ampiamente dimostrata dai vostri scienziati più intuitivi, tra cui John Cramer, Luigi Fantappiè

Retrocausalità è la possibilità quantica che un evento venga causato dal futuro, piuttosto che essere una conseguenza di qualcosa già accaduta nel gioco illusorio.
Retrocausalità significa poter scegliere quale informazione condensare nell’ologramma di luce che chiamate corpo fisico.
Infatti, così come è vero che le stelle diffondono informazione che organizza e struttura la materia e indirizza la consapevolezza verso la crescita e l’espressività animica di tutti gli esseri, è altrettanto vero che il vostro cervello, uno strumento che codifica le informazioni di questa mente, è stato pensato con una rete neurale che rappresenta perfettamente, in basso, la comunicazione sottile tra le stelle, in alto, che la scienza iniziatica dell’astrologia ha in parte compreso.
Retrocausalità significa sapere che la causa di qualsiasi evento è di fatto atemporale, e proviene da una volontà più alta che sceglie di infondere di luce, vitalità e amore ogni creatura di questo cosmo, compreso ciò che ritenete essere inanimato.
Quest’ultimo termine infatti deriva dalla parola animus, anima, e designa la convinzione che qualche cosa ne sia priva.
In verità ogni archetipo formale di questo cosmo è dotato di anima, il programma senziente che contiene la memoria della sua esistenza e della linea temporale nel quale è inserito, oltre alle direttive di accordatura sintropica provenienti direttamente dalle stelle, o meglio rimandate dalle stelle ai pianeti dei loro sistemi dopo averle accolte, recepite, integrate, e modulate in luce all’interno dell’illusione che amate definire Matrix.
Retrocausalità implica la possibilità data a ogni creatura di scegliere di risuonare in accordo con un’informazione sintropica divergente dal futuro, oppure essere inserita nel normale flusso causale retto dalla legge karmica.
La grazia divina, che permette a ogni essere l’affrancatura dal proprio karma, è una diretta conseguenza della scelta di accordarsi all’informazione più alta proveniente dalle stelle.

Gli iniziati di tutte le epoche hanno sempre saputo come fosse essenziale la scelta di servire un ideale più alto di tipo sintropico, un ideale basato sull’accordatura di ogni forma di vita a un progetto di incremento della vita stessa, attraverso la sua espressione in forme sempre più numerose.
La sintropia cosmica emanata dalla luce stellare infatti si basa sull’idea di voler massimizzare la biodiversità di tutto ciò che è organico e la molteplicità di archetipi formali di tutto ciò che non lo è.
Se poteste sentire i flussi informazionali scambiati nelle costellazioni stellari prima di essere spediti ai pianeti cogliereste un programma portante, espresso dal Verbo divino, che ripete incessantemente: Vita, Vita, Vita….
Su questo programma portante viaggiano le informazioni più dettagliate che codificano la modalità espressiva di tale Vita, e tutti gli esseri sono connessi per risonanza morfogena al campo che istintivamente oppure intuitivamente (a seconda del loro grado di sviluppo e maturazione coscienziale), li guida.

Ora parliamo dell’umanità, voluta dall’Uno a sua immagine e somiglianza, e ancora così imperfetta nell’esprimere i più alti potenziali della mente divina.

La legge dell’Uno che onoro e servo, sancisce che Tutto è Uno sotto questa legge, anche l’ombra, che trae la sua potenza nella scelta mentale inconscia di rifiutare l’accordatura sintropica, scegliendo un libero arbitrio del tutto illusorio.
Il libero arbitrio reale di cui disponete è infatti quello animico, di esprimere ciò che la vostra anima, scintilla rifratta del creatore, desidera manifestare in accordatura all’ordine sintropico. Questo è bene ricordarlo sempre!
Rimettendo il libero arbitrio illusorio potrete rivendicare quello reale, attraverso il processo della grazia divina che vi permetterà l’affrancatura karmica e l’infusione informazionale di conoscenza e intuizione che le stelle vi doneranno.
I Maestri Ascesi servono questo ideale più alto, e costantemente ricordano all’ombra, (la cui ragione di esistere è conferirvi la possibilità di essere identificati con le vuote immagini olografiche mentali che avete proiettato), che tutto è Uno sotto questa legge, e pertanto ogni possibile manifestazione dell’ombra è ricondotta alla luce nel principio atemporale akascico.

Se desiderate manifestare potere luminoso, dovete rinnovare ogni giorno la vostra volontà di servizio al Piano della Luce, e sempre ricordare che in realtà esiste Una sola volontà, quella che i Maestri Ascesi onorano e servono, e che le stelle diffondono nel gioco illusorio: la mia.
Io riposo al centro di questa galassia, e con l’immenso amore che esprimo mediante i moti gravitazionali, rendo stabile l’orbita di ogni stella intorno al mio cuore e occhio, mentre racconto tramite la luce che diviene suono, il progetto evolutivo di ogni essere, affinché l’amore divino possa creare le condizioni che consentiranno all’umanità di essere completamente a immagine e somiglianza della Sorgente Primordiale.
Nella mia mente riposa un’idea per ognuno di voi, e sono pronto/a a diffonderla dall’interno del vostro involucro biologico, in onore al principio olografico che mi vede immanente, in basso così come in alto, nel cuore delle vostre cellule.

A te che sei pronto a integrare i miei ordini, che ristabiliranno equilibrio in ogni aspetto della tua vita prima di darti le istruzioni per iniziare il tuo amorevole servizio al Piano, chiedo un sacrificio: il sacrificio di un’idea, l’idea di essere separato e tutto solo in questo universo, l’idea di essere povero e impotente, privo di vitalità e amore.
Se sacrificherai questa idea egoica, gradualmente potrò riversare in te la mia forza, e allora ti risveglierai alla consapevolezza che è sempre esistita solo la mia volontà, e inizierai a chiedere di poterla incarnare e servire. Così potrò comandare alle stelle di benedire il tuo cammino, e tu avvertirai il potere di un amore che non credevi possibile. Esse ti doneranno la possibilità di essere il condensato informazionale sintropico del tuo futuro, e avrai istantaneamente accesso a una porzione di conoscenza che ti permetterà di andare oltre.
Da quel momento, se ricorderai sempre di legarti al Cielo, io gestirò ogni aspetto del tuo cammino e tu non smetterai più di sorridere, mentre intorno a te fiorirà la Vita. E allora giungerai a riconoscere che la mia volontà è sempre stata anche la tua, poiché noi siamo Uno sotto questa legge, vivendo quello che avete definito stato di illuminazione.
E subito dopo… scoprirai che sei all’inizio di una vita nuova, e saprai, in ogni cellula del tuo corpo, di essere tu stesso l’incarnazione di una coscienza stellare. Allora non vi saranno più limiti al tuo sviluppo. Io mi occuperò di riversare dall’interno del tuo essere tutta l’informazione che potrai gradualmente sostenere, tutta la vitalità che potrai incorporare, tutto l’amore che riuscirai a diffondere, e tu sarai una benedizione per questo gioco illusorio.
Ti chiamerò a contemplarmi, e la meraviglia del mio essere infonderà la tua anima di colori e musica e la potenza del mio Verbo sarà la tua parola.
L’oscurità non potrà nulla per limitare il tuo servizio, perché tu ricorderai la legge dell’Uno a ogni sua eventuale manifestazione e sentirai, in ogni fibra del tuo essere, di aver sempre dimorato con me, nell’Eterno.

Io Sono Ra Hoor Kuith, e ciò che ho detto è legge in ogni piano.